Una fine e l’Infinito commestibile, due mostre di Marco Di Giovanni a Imola

 Sabato 18 aprile 2015 inaugurano a Imola due mostre personali di Marco Di Giovanni (Teramo, 1976), a cura di Maria Katia Tufano e promosse dal Museo di San Domenico e dall’associazione culturale BeCube,  una nuova realtà culturale di Imola che inaugura la sua attività e sede espositiva proprio in questa occasione.
Le due mostre, allestite al Museo di San Domenico e da BeCube, illustrano due fasi distinte della ricerca creativa dell’artista e sono intimamente collegate. Al Museo di San Domenico viene presentata una piccola antologica, “Una fine”, che raccoglie i lavori che hanno segnato la ricerca dell’artista degli ultimi anni. Da una riflessione e un percorso maturato a partire da quel nucleo di lavori, Di Giovanni è arrivato a concepire e realizzare la nuova grande mostra che aprirà presso l’associazione BeCube, “L’infinito commestibile”, un’installazione complessa, composta da un video con sonoro, una scultura in ferro, dei tavoli da birreria e una serie di opere su carta che rappresentano, sotto forma di diario visivo, un’annotazione meticolosa di tutto ciò che l’artista ha ingerito in forma solida o liquida negli ultimi undici mesi.

Per capire il percorso di Di Giovanni e la nuova mostra da BeCube è necessario partire dai lavori presentati al Museo di San Domenico, in parte esposti alla mostra itinerante del Premio VAF nel 2014 che, sebbene realizzati negli ultimi 5 anni, riassumono in maniera pregnante la poetica cara all’artista fin dagli esordi. In queste opere l’indagine sul reale, il quotidiano e il suo pensiero, si focalizzava su una combinazione sincretica tra letteratura norrena e l’approccio della meccanica quantistica, sull’individuazione di ciò che è materia e reale.
La mostra “Una fine” è allestita nella sezione del percorso “Collezioni d’arte della città” dedicata alla ricerca artistica contemporanea degli ultimi dieci anni, prestando una particolare attenzione ai creativi operanti nel territorio imolese. Di Giovanni, abruzzese di nascita, ha scelto infatti di vivere a  Imola.

Comunicato stampa

inaugurazioni 

Una fine
Museo di San Domenico
Imola, via Sacchi 4
sabato 18 aprile 2015, ore 17,30

L’infinito commestibile
BeCube
Imola, via Fanin 16 (ingresso via R. Vighi)
sabato 18 aprile 2015, ore 19.00

Apertura mostre
Una fine

Museo di San Domenico
Imola, via Sacchi 4
19 aprile-19 luglio 2015
da martedì a venerdì, 9.00-13.00,
sabato, 15.00-19.00,
domenica, 10.00-13.00, 15.00-19.00
aperta il 25 aprile, 1 maggio e 2 giugno
per scolaresche e gruppi aperto tutti i giorni su prenotazione

L’infinito commestibile,
BeCube
Imola, via Fanin 16 (ingresso via R. Vighi)
19 aprile-21 giugno 2015
da lunedi a venerdi e domenica mattina (su appuntamento cell. 333 6492298)
sabato, 15.00-19.00
domenica 15.00-19.00

info
Museo di San Domenico
0542 602609
musei@comune.imola.bo.it

BeCube
cell. 333 6492298
becube.social@gmail.it
facebook: becube